Fedriga: Fvg modello gestione integrata sicura risorse idriche

Red/Cro/Bla

Roma, 28 nov. (askanews) - "Con l'esperienza di lavoro congiunta sui Piani di sicurezza dell'acqua, il Friuli Venezia Giulia sta elaborando un modello di gestione integrata della risorsa idrica che si fonda sul principio della responsabilità collettiva". Con queste parole il governatore del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, ha portato il saluto ai partecipanti del convegno internazionale in corso oggi e domani a Udine, nella sede del Cafc, per parlare di "Water safety plan: dalle linee guida dell'Istituto superiore di sanità all'implementazione dei nuovi modelli regionali".

"La nostra regione è ricchissima di acqua - ha affermato Fedriga - ma i recenti e sempre più frequenti disastri meteorologici e la spinta dei cambiamenti climatici impongono di accelerare l'adozione di misure di salvaguardia di un bene primario giustamente indicato come l'oro blu del futuro".

In tema di gestione integrata dell'acqua, il governatore ha rimarcato l'impegno costante dell'Amministrazione regionale anche in sinergia con gli enti superiori e i gestori locali. "Il nostro - ha detto Fedriga - è un modello virtuoso proprio perché si fonda sulla collaborazione tra enti di diverse dimensioni, con l'obiettivo specifico di affrontare congiuntamente i temi legati alla potabilità dell'acqua e alla qualità e quantità del suo utilizzo in termini sia ambientali sia di salute pubblica".

Il governatore ha poi evidenziato alcuni tasselli importanti nella costruzione della gestione idrica del futuro. "C'è lo Studio conoscitivo condotto da ArpaFvg sui cambiamenti climatici, il Piano regionale di tutela delle acque, i Piani d'ambito dei sette gestori del sistema idrico integrato che prevedono investimenti cospicui e il recente finanziamento stanziato dal precedente Governo di 2 milioni di euro per interventi sull'acquedotto della Destra Tagliamento".

Fedriga ha infine ricordato il voto del Consiglio regionale a una mozione che impegna la Giunta a elaborare, con il supporto dei soggetti gestori, un piano a livello regionale finalizzato a perfezionare l'utilizzo della risorsa idrica, in termini quantitativi e qualitativi, e a promuovere tutte le azioni necessarie per un ammodernamento delle infrastrutture idriche regionali al fine di ridurre sensibilmente le perdite.