Fedriga: lo sviluppo della montagna è un’opportunità per tutti

·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 3 giu. (askanews) - "Occorre un impegno di tutte le istituzioni per un cambiamento di prospettiva perché la montagna può rappresentare un'opportunità per tutto il Paese. C'è bisogno di una consapevolezza nuova perché è chiaro che la vita, il lavoro, gli investimenti devono rispondere ad esigenze e caratteristiche evidentemente differenti da quelli che invece riguardano i gradi centri urbani". Lo ha sottolineato il presidente della Conferenza delle Regioni, Massimiliano Fedriga, intervenendo nel corso di una conferenza stampa promossa dal ministro per gli Affari regionali, Mariastella Gelmini, e dedicata proprio ai temi della montagna.

"Servono quindi da una parte politiche specifiche che rendano meno sconveniente o addirittura attrattivo vivere in montagna, con un'attenzione particolare alle questioni infrastrutturali, penso soprattutto al settore energia, dall'altro lato occorre un'azione sinergica per sfruttare appieno le potenzialità della montagna, che non sono solo quelle del turismo. Alcune Regioni ad esempio in modo autonomo e con risorse proprie, stanno intervenendo per favorire gli investimenti o per accelerare nel campo dello sviluppo sostenibile, in particolare in agricoltura, che rappresenterà il futuro per molti territori. In Friuli Venezia Giulia, ad esempio, abbiamo finanziato bandi anche con contributi a fondo perduto destinati alle start-up dei giovani nel settore dell'agroalimentare montano", ha spiegato.

"L'ottica è anche quella di puntare ad un ripopolamento della montagna che rappresenta pre-condizione per lo sviluppo. Una prospettiva concertata con il Governo in cui abbiamo condiviso e sollecitato alcune scelte, penso ad esempio al tema dei ristori per i Comuni a vocazione montana che rientrano nei comprensori sciistici e alle scelte per il settore incluse nel PNRR di cui Regioni ed Enti locali dovranno diventare protagonisti istituzionali sul territorio. Sfide importanti per le quali sarà fondamentale essere veloci, ma con una strategia ben chiara. E sotto questo profilo confermo la massima disponibilità della Conferenza delle Regioni in un quadro di efficace collaborazione istituzionale", ha concluso Fedriga.