Fedriga: Rousseau ha limiti trasparenza, M5s libero di usarlo

Fdm

Udine, 3 set. (askanews) - Per quanto riguarda il metodo Rousseau "dico che se uno vuole usare questo strumento per avere un avvallo lo faccia pure, dopodiché si tratta di uno strumento gestito da una società privata, che non si può contestare dicendo 'vado a verificare le schede', ed ha quindi limitatezza nella trasparenza. Detto questo, ogni forza politica si organizza come meglio crede per prendere delle decisioni". Lo ha dichiarato il presidente della Regione Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, commentando, oggi a Udine, la consultazione odierna del Movimento 5 Stelle sulla formazione del nuovo esecutivo nazionale attraverso la piattaforma Rousseau.

"Vediamo come va il voto. Io purtroppo mi aspetto che formeranno questo Governo perché hanno l'imprimatur estero, tanto che un quotidiano di certo non leghista come "la Repubblica" riporta di una chiamata della Merkel a Gentiloni in cui lei avrebbe detto 'dovete fare presto, perche' se si va al voto rischia di vincere Salvini, e invece dobbiamo fare fuori i sovranisti'. La Germania, insomma, ordina chi deve governare in Italia; questa é una situazione incredibile", ha continuato ancora Fedriga.

"In un sistema normale, dovrebbe esserci una rivolta degli intellettuali, dei mezzi di informazione e della società civile; qui da noi, invece, sembra che prevalga chi vuole fare il contrario contro gli interessi del Paese", ha concluso il governatore della Regione.