Re Felipe: leader catalani si sono messi a margine del diritto

Ihr

Madrid, 3 ott. (askanews) - Due giorni dopo il referendum indipendentista illegale in Catalogna, Re Felipe VI si è rivolto agli spagnoli con un messaggio in cui ha accusato il governo catalano di porsi al margine del diritto e della democrazia e di voler "rompere la unità della Spagna". Felipe VI si è riferito alle "autorità catalane" delle quali ha detto che hanno preso decisioni che "hanno violato sistematicamente le leggi, dimostrando una slealtà inammissibile verso i poteri dello Stato". "Hanno minato l'armonia e la convivenza nella società catalana".