Feltri: “Vorrei essere il padre di Greta per prenderla a schiaffi”

vittorio feltri greta thunberg

Vittorio Feltri ha partecipato come ospite a #Cr4 – La Repubblica delle donne: tra i tanti temi trattati, il direttore di Libero si è espresso anche su Greta Thunberg. Il giornalista sarebbe poi tornato sulla lite della scorsa settimana tra Antonella Elia e Taylor Mega dicendo: “In tv si urla quando non si ha nulla da dire”. Chiambretti si è poi focalizzato sui titoli provocatori del quotidiano di Feltri: “I titoli di Libero? – ha replicato il giornalista -. La malizia sta in chi legge non in chi li scrive!”. Quando però si ritorna su Greta Thunberg nominata donna dell’anno dal Time, il direttore sconvolge tutti.

Vittorio Feltri su Greta Thunberg

Chiambretti ha ospitato nel suo programma il direttore di Libero, Vittorio Feltri, che ha toccato moltissimi temi: dalle liti tra star a Greta Thunberg, da Lilli Gruber ai titoli del suo quotidiano. In particolare, però, una dichiarazione del giornalista che ha sconvolto tutti riguarda l’attivista svedese. Infatti, mentre Chiambretti ricordava che la giovanissima è stata nominata donna dell’anno dal Time, Feltri ha replicato: “Devo dire che vorrei essere suo padre“. Ma poi ha aggiunto: “Sì per prenderla a sberle e mandarla a scuola!”.

Si è poi passati a un altro personaggio: Lilli Gruber. Feltri ha raccontato: “Invita prevalentemente uomini, è una statistica, non lo dico io. E a volte alla donna non mettono nemmeno il sottopancia. Non si sa chi è. Non mi sembra un atteggiamento femminista, mentre io ho molte donne nel mio giornale”.

Piero Chiambretti non può che definire il direttore come “un dandy che ricorda l’avvocato Agnelli”.