Femminicidi nel 2022: 82 donne uccise, 42 delle quali da ex o partner

Femminicidio
Femminicidio

Femminicidi. Un bilancio amaro. In previsione della Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne, prevista per il prossimo venerdì 25 novembre 2022, la Direzione centrale della polizia criminale ha realizzato, in collaborazione con l’Università Sapienza di Roma, il report Il pregiudizio e la violenza contro le donne sui femminicidi nel 2022.

La legge sul Codice rosso del 2019

Entrata in vigore nell’agosto 2019 a tutela delle donne e dei soggetti deboli che subiscono violenze – introducendo, inoltre, una corsia prioritaria per la trattazione di reati contro le donne, con nuove fattispecie e circostanze aggravanti – vediamone il bilancio dell’anno corrente (da gennaio 2022 a settembre 2022). Nel numero complessivo dei 221 omicidi commessi, 82 hanno avuto vittime di sesso femminile, il 9% in meno rispetto alle 90 del 2021. Omicidi in ambito familiare-affettivo: 97/221. Sembra un ossimoro, ma purtroppo non lo è. O meglio, lo è. Ma succede ugualmente.

Qaundo a uccidere è il partner o l’ex

Stringendo il focus sulle vittime che hanno trovato morte per mano del partner o dell’ex partner, è 42 il numero di morti femminili solo a partire dall’inizio di quest’anno. Alti anche i tassi di violenza carnale (4.416, +9% rispetto al 2021) e di revenge porn (6.499 casi, di cui l’82% di vittime sono donne).