Femminicidio a Brindisi, figlio 23 enne uccide la madre con 5 coltellate

Femminicio figlio uccide madre 

Nuovo caso di femminicidio in Italia, precisamente a San Vito dei Normanni in provincia di Brindisi nello specifico, dove una madre è stata uccisa dal figlio con 5 coltellate al petto. La macabra ricostruzione dei fatti mette in luce quanto avvenuto nella notte tra il 18 e il 19 marzo. Andrea Ascaino, questo il nome del figlio della vittima, si sarebbe svegliato a notte fonda nella casa dove viveva con la mamma e avrebbe aggredito la donna con un coltello a serramanico nel corridoio dell’abitazione. Sembra che tra i due ci fosse stata in precedenza una brusca lite, basata su futili motivi, che però sarebbe costata cara alla vittima, Rossella Cavaliere.

Femminicidio a Brindisi

I carabinieri sono intervenuti intorno alle 2 di notte, dopo essere stati chiamati dai molti vicini insospettiti dalle urla forti che provenivano dall’appartamento. Le forze dell’ordine avrebbero bloccato il giovane nei pressi del portone di casa e rinvenuto e sequestrato il coltello a serramanico su un muretto poco distante dall’abitazione. Inoltre, secondo quanto riportato da diversi quotidiani della zona del brindisino, nessuna richiesta di intervento al 112 sarebbe arrivata dalla casa della vittima, dove oltre al 23enne e la madre, vive anche l’altra figlia della donna di 29 anni.

Il ragazzo è stato arrestato

Sarà ora l’autopsia a far chiarezza su quanto avvenuto all’interno di quell’appartamento di San Vito dei Normanni e a determinare il numero reale di fendenti inflitti a Rossella Cavaliere. In una piccola località profondamente colpita dall’accaduto, Andrea Asciano è stato trasportato dal Nucleo Investigativo del Comando Provinciale dei Carabinieri di Brinsisi nella casa circondariale della città.