Femminicidio a Chieti: uccide la moglie a colpi di pietra e bastonate

femminicidio chieti

Un uomo di 68 anni ha ucciso la moglie a bastonate e a colpi di pietra: il femminicidio è avvenuto in provincia di Chieti, a Torino di Sangro. Da quanto si apprende, i due coniugi si erano recati in campagna per una passeggiata. Al culmine di una lite, però, Domenico Giannichi ha iniziato a colpire Luisa Ciarelli fino ad ucciderla. La strada boschiva che porta sul luogo dove si è consumato il delitto è stata completamente transennata. Sul posto, inoltre, sono intervenuti i carabinieri di Ortona coordinati da Roberto Ragucci.

Femminicidio a Chieti

Un vera tragedia quella avvenuta nelle campagne di Torino di Sangro, in Abruzzo: un uomo di 68 anni ha ucciso a pietrate e bastonate la moglie di 65. Da quanto si apprende il femminicidio è avvenuto in provincia di Chieti durante una passeggiata nei boschi limitrofi. Non sono ancora note le cause scatenanti la lite, ma da quanto riferiscono i media la tragedia è avvenuta poco distante dalla loro abitazione, in via Monte.

La coppia, secondo alcuni vicini, era molto affiatata: avevano due figli ed erano molto conosciuti in paese. Come ogni giorno avevano deciso di fare una passeggiata, ma dopo la lite Domenico ha perso la pazienza. Luisa ha provato a difendersi graffiando il marito ma lui l’ha colpita con delle pietre. Poco lontano è stato ritrovato anche un bastone insanguinato, utilizzato anch’esso contro la vittima. Dopo aver ucciso la moglie, Domenico avrebbe chiamato un parente: “Ho ucciso Luisa” ha confessato. La polizia e i carabinieri si sono precipitati sul posto ritrovando l’uomo sporco di sangue. Il 68enne è stato accompagnato in commissariato con l’accusa di omicidio volontario. La scientifica sta cercando di ricostruire con esattezza la dinamica dei fatti.

Le reazioni

La notizia ha lasciato senza parole moltissime persone, anche il sindaco Nino Di Fonso: “Siamo sconvolti, Domenico e Luisa erano molti uniti, si volevano bene, li incontravo spesso – ha detto il primo cittadino – erano in pensione e amavano passeggiare insieme. Non si capisce perché questa mattina sono usciti in auto, poi lui si sia fermato qui, forse volevano fare una passeggiata o avevano altri impegni”.