Femminicidio, Santanchè: Senato denuncia ma a Sanremo si canta

Red/Lsa

Roma, 5 feb. (askanews) - "Oggi nel corso della discussione nell'Aula del Senato sulla proroga della Commissione femminicidio ho ascoltato molte cose giuste, ma non posso fare a meno di notare che c'è anche molta ipocrisia. Infatti, mentre qui si parla di tutela della donna e dei suoi diritti, questa sera si esibirà sul palco di Sanremo, in diretta in tutta Europa, Junior Cally che nelle sue canzoni fa chiaramente riferimento ad atti di femminicidio o di violenza sulle donne". Lo dichiara in una nota la senatrice di Fratelli d'Italia, Daniela Santanchè, capogruppo nella Commissione parlamentare di Vigilanza sulla Rai.

"Nessuno ha qualcosa da dire sul fatto che la prima azienda culturale della Nazione, la Rai, faccia da megafono e dia spazio ad un simile personaggio e ai suoi testi? Va bene la denuncia ma poi - conclude Santanchè - questa va accompagnata da gesti concreti. Come sempre tra il dire e il fare c'è di mezzo il mare".