Fenicotteri, cigni, volpi. Così la natura si riprende Milano

Tre fenicotteri sono stati avvistati ieri al tramonto planare nei cieli di Milano. Un cigno, in serata si è accostato alle paratie del Naviglio Grande, in pieno centro non lontano dalla Darsena. In un comune vicino a San Donato Milanese, zona molto industrializzata alle porte del capoluogo, sono tornate le cicogne. E infine una famigliola di volpi è stata vista gironzolare per strada nel quartiere Lorenteggio, periferia sud della città. È la natura che si riprende la metropoli, dominata dalla quiete forzata di questi giorni e dall'assenza dell'uomo imposta dall'epidemia di coronavirus.

Foto e video rimbalzano sui social, soprattutto nei gruppi delle social streets. Da anni gli animali selvatici non si avventuravano in pieno centro, soprattutto i cigni, che da tempo non venivano avvistati nelle acque cittadine.

Le immagini hanno scatenato lo stupore dei milanesi e le riflessioni di molti sulla capacità rigenerante della natura, che - scrivono alcuni - “torna a prendersi i suoi spazi”. Altri ironizzano: “Fra qualche mese torneranno anche i dinosauri”.