Fenomeno sismico in Messico di Mwp 6.2

terremoto messico
terremoto messico

Una scossa di terremoto di magnitudo 6.2 ha fatto improvvisamente tremare la terra in Messico nella giornata di martedì 22 novembre. Il sisma ha avuto epicentro in prossimità di Baja California. La segnalazione è stata diramata sia dal Servizio geologico degli Stati Uniti d’America (USGS) che dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV).

Messico, terremoto di magnitudo 6.2 a Baja California

Nella giornata di martedì 22 novembre, alle 16:39:07 UTC, corrispondenti alle ore 17:39:07 in Italia e alle 08:39:07 ora locale, è stata rilevata una scossa di terremoto di magnitudo 6.2 in Messico dall’USGS.

Secondo quanto riferito dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV), che ha indicato una scossa di magnitudo 6.1, il sisma ha avuto epicentro al largo di Baja California e ha avuto coordinate geografiche pari a una latitudine di 30.5960 e una longitudine di -116.4910. L’ipocentro del fenomeno sismico, invece, ha avuto una profondità corrispondente a circa 10 chilometri.

L’USGS, invece, ha fornito dati lievemente differenti rispetti a quelli dell’INGV. Oltre a una leggera variazione nel calcolo della magnitudo, ha asserito che il terremoto si è verificato a circa 30 km a ovest-sud-ovest di Las Brisas in Baja California e ha avuto una profondità di 19 km.

Caratteristiche del sisma al largo di Baja California

Il terremoto di magnitudo 6.2 è stato individuato dalla Sala Sismica INGV-Roma e dall’USGV. In considerazione della sua scarsa profondità, è stato particolarmente avvertito nelle zone limitrofe all’epicentro.

Secondo la scala Richter, un evento sismico di magnitudo 6.2 viene classificato come “forte”. Infatti, è descritto nel seguente modo: “Può avere un raggio di azione di 160 km dove piò essere distruttivo se la zona è densamente popolata”.

Al momento, non è ancora noto dove il sisma sia stato avvertito e se abbia provocato eventuali danni sulla terraferma.