Ferì 29enne a colpi di cacciavite fuori da locale a Milano: preso

Red-Alp

Milano, 21 gen. (askanews) - I poliziotti del commissariato Garibaldi-Venezia di Milano hanno posto in stato di fermo un 40enne pregiudicato algerino accusato del tentato omicidio di un 29enne, che domenica 12 gennaio era stato ferito gravemente con un colpo di cacciavite in via Giovanni Schiaparelli, in zona Ponte Seveso nel capoluogo lombardo. Lo ha riferito la questura, spiegando che il 40enne è stato individuato e bloccato nel pomeriggio di due giorni fa in piazza Caiazzo.

Sempre secondo quanto spiegato dalla polizia, l'indagato, irregolare sul territorio nazionale, avrebbe incontrato la vittima all'esterno di un locale di via Schiaparelli dove si trovava insieme con un amico 38enne. Prima gli avrebbe chiesto delle informazioni e immediatamente dopo li avrebbe affrontati senza un preciso motivo. Ne è quindi nata una colluttazione durante la quale il 29enne è stato raggiunto all'addome da un fendente sferrato con un cacciavite, mentre il suo amico, inseguito e minacciato di morte,è riuscito a rifugiarsi in un vicino ristorante.

La vittima è stata soccorsa dal 118 e trasportata in codice rosso all'ospedale Fatebenefratelli dove è stata sottoposta ad un delicato intervento chirurgico. Al 40enne, gli investigatori del commissariato (che si trova nella stessa via Schiaparelli) sono risaliti grazie alle descrizioni fornite dalle vittime e dai testimoni, e dai filmati registrati dai sistemi di videosorveglianza della zona che lo avevano ripreso mentre fuggiva dopo l'aggressione.