Fermò terrorista alla stazione di Milano: migrante nominato Cavaliere

samba diagne

Samba Diagne, 52 anni, è il migrante eroe che il 17 settembre 2019 fermò il terrorista che aveva pugnalato un militare alla stazione centrale di Milano. Dopo aver urlato “Allah Akbar”, infatti, Mohamad Fathe aveva colpito il caporalmaggiore dell’Esercito Matteo Toia. Senza pensarci due volte, però, Samba è entrato in azione e con un colpo di catena alla schiena ha fermato il terrorista nell’antistante Piazza Duca D’Aosta. Il suo gesto gli è valso il titolo di Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana.

Samba Diagne, chi è

Era il 17 settembre 2019 ed erano passate da poco le ore 10:45. Samba Diagne era appena uscita dalla stazione centrale di Milano per recarsi nel mercato della vicina via Benedetto Marcello. Improvvisamente, però, si è visto davanti il terrorista Mohamad Fathe che con un paio di forbici alla mano aveva colpito un militare. A quel punto il migrante eroe ha deciso di intervenire: con una catena di bicicletta ha colpito alla spalla a il 23enne fuggitivo. Dopo essere precipitato a terra e fermato dalle forze dell’ordine, il terrorista aveva gridato “Allah Akbar”. Per l’incredibile gesto compiuto Samba si è guadagnato il titolo di Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana.

Samba ha 52 anni e vive nel capoluogo lombardo da quasi trent’anni. Ha cinque figli in Senegal e quel giorno si stava recando al mercato per acquistare dei vestiti per loro. Samba è un addetto alla sicurezza in alcuni negozi milanesi. Dopo essere stato candidato all’Ambrogio d’oro, gli è stato conferito un titolo del quale essere altrettanto orgoglioso. Massimiliano Bastoni (Lega), d’altronde, diceva: “L’eroismo non ha colore né nazionalità”.