Fermata una "baby gang" a Pordenone, il capo 15enne in comunità

Cro/Ska

Roma, 24 lug. (askanews) - La Polizia di Stato di Pordenone ha eseguito un'ordinanza di misura cautelare a carico di un minorenne, indagato unitamente ad un coetaneo, entrambi appartenenti ad una baby gang, per i reati di tentata rapina pluriaggravata, tentata estorsione in concorso, spaccio di sostanze stupefacenti, truffa e appropriazione indebita.

Le indagini dei poliziotti della squadra mobile hanno accertato che le vittime delle violenti aggressioni erano tutti coetanei ed un adulto disabile.

Colpiti il "capo" del gruppo, un 15enne raggiunto dalla misura cautelare del collocamento in comunità e con lui, in stato di libertà un 16enne, entrambi sottoposti a perquisizione.

I particolari saranno resi noti nel corso di una conferenza stampa che si terrà ore 11.15 in Questura.