Fermi: impossibile convocazione urgente Consiglio Lombardia su Aria

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 22 mar. (askanews) - "Sul piano formale devo rilevare che la richiesta di convocazione urgente del Consiglio regionale per domani martedì 23 marzo in merito all'emergenza sanitaria da Covid-19 e all'andamento del Piano vaccini anti Covid-19, con particolare riferimento al funzionamento dei sistemi informativi per la campagna vaccinale gestiti da Aria, è mancante dei requisiti stabiliti dall'art. 54 comma 2 del Regolamento generale". Lo ha scritto il presidente del Consiglio regionale della Lombardia, Alessandro Fermi, nella nota inviata ai Capigruppo consiliari di minoranza che oggi avevano chiesto la convocazione urgente di una seduta di Consiglio regionale

L'articolo citato, ha proseguito, "prevede che la richiesta debba pervenire da almeno quindici Consiglieri regionali, l'indicazione degli argomenti che si intendono porre all'ordine del giorno e dei testi relativi a detti argomenti. Inoltre per la data indicata, non sarebbe possibile rispettare nemmeno i termini ridotti di convocazione di cui al comma 3 del medesimo articolo. La richiesta non può quindi essere accolta" ha aggiunto.

Il presidente dell'assemblea lombarda ha però aggiunto di avere preso atto "delle preoccupazioni espresse" e ha informo che è sua intenzione "invitare il Presidente della Giunta regionale a svolgere, nel corso della prossima seduta ordinaria già prevista per martedì 30 marzo, una comunicazione all'Assemblea sulla quale si potrà aprire il dibattito".

.