Fermo per la Rackete: manifestazione ambientalista

·2 minuto per la lettura
Germania, Carola Rackete arrestata
Germania, Carola Rackete arrestata

Carola Rackete arrestata in Germania, durante una manifestazione ambientalista nella foresta vicino ad Homberg-Ohm. Da giorni infatti gli attivisti protestano contro l’abbattimento di querce centenarie, che permetterà il prolungamento dell’autostrada A49 nella foresta di Dannenroder.

Carola Rackete arrestata

I media tedeschi hanno diffuso la notizia del fermo di Carola Rackete, ex capitano della Sea Watch 3 che venne arrestata in Italia durante la diatriba sullo sbarco di migranti. Da alcuni giorni lei, assieme ad altri attivisti ambientalisti, era accampata in una tenda nell’area in cui sarebbero state abbattute le querce centenarie, successivamente è salita su di una piattaforma in cima ad un albero.

Di recente, in un video pubblicato sul suo account Twitter ufficiale, denunciava lo stato in cui si trovano le foreste del mondo, spiegando il motivo per il quale stava partecipando alla protesta e occupando la zona. “Qui la società civile ora dice basta! In Germania ci sono centinaia di progetti di costruzione di strade. È insensato nel contesto di crisi climatica“, aveva dichiarato.

Germania, ambientalisti in manette

Le forze dell’ordine hanno messo in manette i manifestanti dopo che questi hanno utilizzato fumogeni e fuochi d’artificio contro gli agenti. “Sono quassù perché le emissioni di CO2 aumentano da 30 anni e perché tutte le petizioni e gli accordi internazionali non servono“, ha spiegato Carola Rackete in un appello, “Abbiamo bisogno di una moratoria su tutti i progetti infrastrutturali se vogliamo avere qualche speranza di raggiungere gli obiettivi dell’accordo di Parigi sul clima e affrontare la drammatica crisi climatica”.