Ferrara (M5s): voterò sì per scongiurare governo estrema destra

Pol/Vlm

Roma, 2 set. (askanews) - "Domani si voterà su Rousseau per decidere se fare un contratto di governo con il Pd e io voterò sì". Il senatore Gianluca Ferrara, capogruppo M5S in Commissione Affari Esteri di Palazzo Madama, spiega la sua presa di posizione.

"Voterò sì perché l'alternativa sarebbe consegnare il Paese a una un governo di estrema destra che allontanerebbe il Paese dall'Europa e dalla civiltà. Domani non si voterà un'alleanza con il Pd: non ci presenteremo mai alle regionali, alle comunali o alle prossime politiche insieme a loro. Il nostro obiettivo - spiega Ferrara - è quello di mettere in sicurezza le conquiste sociali ed economiche per milioni di cittadini, dal reddito di cittadinanza che ha dato una speranza a milioni di persone che prima erano abbandonati a loro stessi, fino al decreto dignità che ha spezzato il ricatto del lavoro precario".

"Dobbiamo anche impedire l'aumento dell'IVA e il peggioramento dei conti pubblici e contrattare con Bruxelles nuove regole per i vincoli di bilancio e per i flussi migratori. Ho tante perplessità che sono certo sono anche di tutti gli iscritti - ammette il senatore cinquestelle - ma questo non è il tempo delle esitazioni. Io sosterrò l'unico modo oggi possibile per realizzare i venti punti che abbiamo individuato per il bene dei cittadini e mi atterrò, qualunque sia il risultato, a quello che sceglieremo di fare come iscritti di Rousseau. Noi siamo il Movimento 5 Stelle e ne siamo orgogliosi", conclude Ferrara.