Ferrari querela Philipp Plein: “Strumentalizza il corpo femminile”

Philipp Plein Ferrari

C’è una vicenda che collega lo stilista tedesco Philipp Plein e il marchio di prestigio Ferrari. La casa automobilistica italiana infatti ha deciso di muoversi per vie legali contro l’artista. Il motivo? Una serie di fotografie che il tedesco ha pubblicato sul suo profilo Instagram che associano le auto con marchio in bella vista e donne in abiti particolarmente succinti. Alla casa automobilistica non è piaciuta questa associazione e ha deciso di arrivare alla querela nel caso in cui lo stilista non rimuova queste immagini. Lui la pensa diversamente e ha risposto per le rime.

Philipp Plein contro Ferrari

Lo stilista tedesco Philipp Plein è da sempre un amante dei motori. Ha, tra le altre, anche diverse Ferrari che ha utilizzato spesso nei servizi fotografici di presentazione delle sue creazioni e anche per le foto che pubblica sul suo profilo Instagram. La voce è giunta a casa Ferrari e qualcuno è andato a vedere queste fotografie. Lo stilista è famoso per le sue creazioni in ambito del lusso e le fotografie non sono certo da meno. Lusso però per Plein significa ostentare ricchezza e bellezza. Sua e di molte modelle poco vestite che compaiono nelle immagini che lui pubblica sui social. Al marchio Ferrari non è piaciuta questa associazione e ha deciso di far scrivere una lettera dai suoi avvocati chiedendo la rimozione delle foto dai social.

Philipp Plein Ferrari

Philipp Plein non ha perso tempo e ha pubblicato la lettera ricevuta dagli avvocati della Ferrari sui social. Ha condiviso con i followers il fatto di aver ricevuto una lettera dai legali della casa automobilistica in cui gli veniva chiesto di cancellare le foto della sua auto personale con sopra le sue scarpe personali. Lui si è subito trovato in disaccordo ed è rimasto disgustato dalla richiesta. Ama le auto Ferrari e trova questa richiesta inappropriata.

Querela in vista

Plein ha spiegato su Instagram di aver acquistato la sua prima Ferrari 10 anni fa. Ultimamente ne ha comprata una per la madre come regalo di compleanno. Ritiene ridicolo che un buon cliente come lui possa ricevere una lettera del genere e che gli vengano date solo 48 ore per cancellare tutti i post in cui compare il marchio, altrimenti si arriverà alla querela. Lui non ha alcuna intenzione di cancellare le fotografie. È pronto a procedere legalmente e a difendersi da queste accuse che non ritiene assolutamente fondate, perché secondo lui può utilizzare le cose di sua proprietà nella maniera che ritiene più opportuna.

In realtà la questione è molto più complessa rispetto a quello che vorrebbe far capire Philipp Plein. Lui ha utilizzato le auto Ferrari e di altri marchi con il logo bene in vista per alcune riprese video e fotografiche che sono veri e propri spot pubblicitari delle sue creazioni, in particolare di scarpe sportive. Associate anche a modelle che, con movenze molto sexy, si muovono davanti alle auto con pochissimi vestiti addosso e si bagnano con l’acqua. Le immagini sono molto sensuali e la casa automobilistica italiana non ha sottoscritto alcun contratto per essere associata al marchio del lusso Plein. Lui ha praticamente utilizzato il cavallino rampante a scopo pubblicitario e commerciale senza ottenere il benestare che normalmente si richiede prima di procedere con le riprese.