Ferrari riduce guidance 2020 su calo ricavi, Ebitda trim2 per crisi virus

·1 minuto per la lettura
Logo Ferrari fotografato durante il Prague Autoshow di Praga

MILANO (Reuters) - Ferrari ha chiuso il secondo trimestre con ricavi netti in calo del 42% a 571 milioni, mentre l'utile netto è sceso del 95% a 9 milioni rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente per effetto della pandemia da coronavirus.

Il gruppo di Maranello ha chiuso il trimestre al 30 giugno con un margine operativo lordo (Ebitda) adjusted di 124 milioni di euro, in calo del 62% a cambi costanti, in linea alle attese.

Leggermente ridotte le previsioni guidance per l'anno in corso: i ricavi netti sono attesi oltre i 3,4 miliardi dal range 3,4-3,6 miliardi precedentemente indicato, mentre il target per l'Ebitda adjusted viene fissato tra 1,075 e 1,125 miliardi da 1,05-1,20 miliardi.

La previsione di utile diluito per azione si colloca ora tra 2,6 e 2,8 euro dal range 2,4-3,1 indicato in precedenza.

Il titolo Ferrari, che era arrivato a guadagnare il 2,2% in attesa dei risultati e' sceso fino a meno 0,1% circa dopo la pubblicazione dei dati, per poi recuperare. Intorno alle 14,00 sale del 2% circa, sovraperformando il listino milanese, che avanza dell'1,14% circa

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia.

(in redazione a Milano Elvira Pollina, Sabina Suzzi)