Ferrucio Sansa: "Altro che Immuni e tracciamento. Ci hanno lasciati soli"

Giacomo Galanti
·Giornalista, HuffPost Italia
·1 minuto per la lettura
Ferrucio Sansa (Photo: Facebook)
Ferrucio Sansa (Photo: Facebook)

“Altro che Immuni. Altro che tracciamento. Vi promettono che tracciano i contatti dei malati: balle. Vi raccontano che useranno la app Immuni: fantascienza.
Vi dicono che vi seguiranno mentre siete malati a casa: aspetta e spera”. Così il consigliere regionale ed ex candidato presidente della Regione Liguria per l’alleanza centrosinistra-M5S Ferruccio Sansa che via Facebook racconta la sua esperienza con il covid dopo che uno dei suoi figli lunedì scorso è risultato positivo al tampone.

“La Asl ci ha convocato per il tampone in auto. Noi e i nonni. La persona che ci ha telefonato non ha fatto alcun tracciamento di nostro figlio e nemmeno dei nostri contatti. Ha chiesto soltanto che scuola fa. Nessuna domanda sulle palestre che frequentiamo, il calcio, gli scout. Zero. Per fortuna ci abbiamo pensato noi ad avvertire subito tutti. - commenta Sansa -. Abbiamo chiesto se possiamo comunicare i dati di Immuni visto che abbiamo scaricato la app tutti (genitori e figli). Risposta: Immuni? non sappiamo cosa bisogna farne. Da allora comincia il vuoto”.

Sansa prosegue: “La Asl scompare. Non richiama più. Non risponde alle telefonate. Arriva l’esito di alcuni degli esami: io risulto negativo ma ho 38 di febbre da giorni. Non sento più gli odori, respiro male e ho le ossa rotte. Mia moglie ha avuto la febbre per giorni, ferma a letto spossata. L’olfatto azzerato. Ha il covid? I sintomi ci sono ma dopo quattro giorni attende ancora l’esito del tampone”.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.