Festa a casa di Salvini con porchetta, canti e balli. E il ministro, in pantaloncini corti e ciabatte, canta "Vita spericolata" di Vasco

il Messaggero

Festa leghista nella residenza romana di Matteo Salvini. Dove si è mangiato porchetta, ballato e cantato fino a tarda sera. A raccontarlo è un articolo pubblicato sul Messaggero.

"Siamo in ristrettezze economiche - ha detto con ironia, accogliendo parlamentari e ministri per una serata tutti insieme nella residenza in dotazione al ministero dell'Interno, proprio di fronte a Palazzo Grazioli - vi ho chiesto di portare cibi e bevande ma mi sa che avete esagerato. Non vorrei che ci sequestrassero pure le bottiglie".

Secondo il Messaggero

prima sono arrivati dei cartoni con la porchetta d'Ariccia poi sono comparsi vino, birra e grappa (qualcuno però ha portato anche la coca cola). Erano circa duecento gli ospiti del segretario della Lega che ha guidato tutti anche a una visita delle stanze. Tante le foto della fidanzata Isoardi in bella mostra.

Il clou della serata

è stato quando si è dato il via ai canti e ai balli. Dj il deputato pugliese Rossano Sasso: Salvini ha preso il microfono e si è cimentato in "Vita spericolata" di Vasco Rossi e nel canto popolare "Madonnina dai riccioli d'oro" (...). Salvini indossava una maglia "Italia", pantaloncini corti e ciabatte.

"Chi ha pagato la cena nella residenza ministeriale di #Salvini, con 200 invitati e porchetta di #Ariccia per "restare uniti"?". Lo chiedono, in un video postato sugli account social del Pd, i deputati Alessia Morani, Alessia Rotta e Franco Vazio a proposito dell'evento che si è svolto mercoledì sera a Roma.


Continua a leggere su HuffPost