Festa dei Nonni 2019: in campo anche quest'anno Senior Italia

Cro-Mpd

Roma, 30 set. (askanews) - Il 2 ottobre in Italia si celebra la Festa dei Nonni, ricorrenza istituita con Legge 31 luglio 2005, n. 159 per celebrare l'importanza del ruolo dei nonni nelle famiglie e nella società. Come ogni anno, Senior Italia FederAnziani, attraverso l'omonima Fondazione, porta avanti la campagna Festa dei Nonni, con diverse iniziative per valorizzare il legame tra le generazioni e migliorare la qualità della vita della popolazione senior, anche attraverso progetti tesi a sostenere la prevenzione e la salute nella terza età. Quest'anno per l'occasione centinaia di nonni e nipoti saranno a Piazza di Spagna, a Roma, alla presenza del testimonial della campagna Lino Banfi, per formare tutti insieme il "Grande cuore dei nonni". L'appuntamento è in piazza a partire dalle ore 10:00. Lo stesso giorno, il 2 ottobre alle 9.30, si svolgerà una Cerimonia istituzionale presso la Sala Polifunzionale di Palazzo Chigi, con la presenza del Ministro per le Pari Opportunità e la Famiglia Elena Bonetti e del Vice Ministro della Salute Pierpaolo Sileri.

Le iniziative sono state presentate alla Conferenza Stampa per la Campagna Festa dei Nonni 2019, svoltasi oggi presso l'Hotel Nazionale di Roma. Alla conferenza stampa hanno partecipato: Roberto Messina, Presidente Fondazione Senior Italia, Luisa Tiberio, Dirigente del Dipartimento per le Politiche della Famiglia del Ministero per le Pari opportunità e la Famiglia, Pierpaolo Sileri, Vice Ministro della Salute, Mauro Boldrini, Vicepresidente CIAT Comitato Italiano per l'Aderenza alla Terapia, Antonio Magi, Segretario Generale SUMAI Assoprof, Lino Banfi, Testimonial della Festa dei Nonni.

"Quest'anno abbiamo cercato di restituire, attraverso la Campagna, il ruolo sfaccettato che i nostri nonni hanno all'interno nella nostra società", dichiara il Presidente Senior Italia FederAnziani Roberto Messina, "Per questo al centro abbiamo messo l'importanza del rapporto intergenerazionale, declinato soprattutto sul piano della salute e della reciprocità della cura, come valore fondante del rapporto nonni-nipoti. E ancora il coinvolgimento delle scuole, in quanto canali privilegiati di quel processo di trasferimento del patrimonio culturale in cui proprio i nonni giocano un ruolo insostituibile. Ed è con questo spirito che abbiamo dedicato un premio a un nonno che col suo esempio eccezionale ci sembra rappresentare tutto il significato di questi angeli custodi, senza i quali la nostra società perderebbe le sue fondamenta".

(Segue)