Festa della Repubblica, torna la parata del 2 giugno: sfilano sindaci e medici

Generali parata 2 giugno
Generali parata 2 giugno

Dopo due anni di stop causa Covid, torna la tradizionale parata del 2 giugno ai Fori imperiali in occasione della Festa della Repubblica. Saranno cinquemila le persone che sfileranno, tra personale militare e civile, accompagnate da 170 cavalli e 22 elicotteri e mezzi pesanti. Come da consuetudine, è previsto anche il sorvolo delle Frecce Tricolori sopra la Capitale.

Speranza: “Ai medici dobbiamo la ripartenza”

Il ministro della Salute Roberto Speranza ha scritto un messaggio per onorare il personale della sanità, per la prima volta presente a sfilare insieme a sindaci e Forze Armate: “Le donne e gli uomini del Servizio sanitario nazionale partecipano alla celebrazione della Festa della Repubblica. È una grande emozione e un bel riconoscimento al sacrificio e all’impegno straordinario dei nostri professionisti sanitari durante la pandemia. Grazie a loro il Paese ha retto dinanzi ad una sfida senza precedenti ed è a loro che dobbiamo la ripartenza dell’Italia. Non dobbiamo dimenticarlo mai“.

Il Volo canta l’inno nazionale

Con il canto dell’inno nazionale da parte del Volo innanzi a Sergio Mattarella, ha ufficialmente preso il via la sfilata. Accompagnato dalla banda musicale interforze, il gruppo si è detto onorato di poter cantare l’inno per tutti gli italiani.

Mattarella all’Altare della Patria

Il presidente della Repubblica ha reso omaggio all’Altare della Patria con la deposizione di una corona d’alloro con nastro tricolore. Presenti, tra gli altri, il presidente del Consiglio Mario Draghi, il ministro della difesa Lorenzo Guerini, i presidenti di Senato e Camera Maria Elisabetta Alberti Casellati e Roberto Fico.

Questo il messaggio che ha inviato al Capo di Stato Maggiore della Difesa, l’Ammiraglio Giuseppe Cavo, in occasione del 76esimo anniversario della festività: La Repubblica è impegnata a costruire condizioni di pace e le sue Forze Armate, sulla base dei mandati affidati da Governo e Parlamento, concorrono a questo compito“.

Parata del 2 giugno

La parata vera e propria avrà inizio alle 10 e vi assisteranno le più alte cariche istituzionali tra cui lo stesso Capo dello Stato e il premier Mario Draghi.

In testa al corteo ci saranno la Banda centrale dell’Arma dei Carabinieri, le bandiere delle Forze armate e della Guardia di Finanza, i gonfaloni delle Regioni delle Province e dei Comuni italiani, i medaglieri e i labari delle Associazioni combattentistiche e d’Arma e le bandiere Onu, Nato, UE e quelle degli organismi multinazionali in cui operano le Forze armate. Insieme a loro sfileranno circa 300 sindaci con la fascia tricolore provenienti da tutta Italia, guidati dal presidente dell’Anci e primo cittadino di Bari Antonio Decaro e dal presidente del Consiglio nazionale Enzo Bianco.

Parata del 2 giugno: presenti gli operatori sanitari

Quest’anno, per la prima volta, parteciperanno alla sfilata anche i rappresentanti della sanità civile con in testa il Ministero della Salute. I rappresentanti di oltre 1,5 milioni di professionisti (medici, medici veterinari, infermieri, farmacisti, ostetriche, tecnici sanitari, professioni della riabilitazione e della prevenzione, chimici, fisici, biologi, psicologi, assistenti sociali) saranno accompagnati dal sorvolo di un elicottero del 118 e simboleggeranno tutti coloro che hanno affrontato in prima linea l’emergenza sanitaria.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli