Festa di Roma per tutto l’anno, e al festival torna il concorso

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 13 giu. (askanews) - È una Festa di Roma che si svilupperà per 365 giorni l'anno in tutta la città quella presentata all'Auditorium Parco della Musica dal nuovo presidente della Fondazione Cinema per Roma, Gian Luca Farinelli, e dalla neo direttrice artistica Paola Malanga. Già nel corso dell'estate sono previste molte iniziative, a partire dalle arene: dal 20 luglio al Parco degli Acquedotti si terrà una rassegna di capolavori in versione restaurata, mentre l'arena galleggiante del Floating Theatre, ideata da Alice nella città, ospiterà un programma di film dal 18 agosto. Domenica 24 luglio, inoltre, via Veneto si trasformerà in una grande sala cinematografica con la proiezione della versione restaurata di "Vacanze romane" di William Wyler.

La diciassettesima edizione della Festa si terrà dal 13 al 23 ottobre. Sarà di nuovo un festival con un Concorso internazionale, dal titolo "Progressive Cinema", "con un cinema che ha memoria del passato ma guarda al futuro, con visioni per il mondo di domani", come ha spiegato Malanga. I film saranno giudicati da una giuria composta da professionisti del mondo del cinema, della cultura e delle arti. Il programma ospiterà altre sezioni non competitive: "Freestyle" accoglierà titoli di formato, durata e stile liberi, dalle serie tv ai videoclip, dai film alla videoarte; "Grand Public" sarà dedicata al cinema per il grande pubblico; "Best of 2022" accoglierà alcuni tra i migliori titoli della stagione provenienti da altri festival internazionali.

Oltre a restauri e retrospettive ci saranno due sezioni dedicate agli incontri con il pubblico: "Paso Doble", che prevede un dialogo tra due autori, e "Absolute Beginners", in cui un autore affermato rievocherà la storia del proprio esordio al cinema. Dal gennaio 2023, inoltre, la Fondazione Cinema per Roma si occuperà anche della gestione e della programmazione della Casa del Cinema. Farinelli ha sottolineato che c'è da parte dei soci fondatori l'impegno a rafforzare il budget della Festa, inoltre dal 24 luglio si saprà il nome del nuovo premio e forse già alcuni titoli o ospiti in programma. In tutte le attività previste tornerà naturalmente centrale il ruolo delle sale, che sono in grande sofferenza: "la Festa sarà uno strumento essenziale per questa battaglia" ha detto Farinelli.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli