Festa per "Playmobil-The Movie", con voci J-Ax e Cristina d'Avena

Roma, 28 ott. (askanews) - I popolari giocattoli di plastica alti 7,5 centimetri prendono vita nel nuovo film "Playmobil: the Movie", realizzato e immaginato da On Animation Studio. La pellicola, nelle sale italiane dal 31 dicembre, è stata presentata in anteprima ad Alice nella città, sezione autonoma e parallela della Festa del Cinema di Roma, dedicata alla giovani generazioni.

Con un prologo e un epilogo in live-action, il film è incentrato su una giovane ragazza di nome Marla (Anya Taylor-Joy) che si ritrova catapultata nel meraviglioso mondo animato di Playmobil assieme al fratello minore Charlie (Gabriel Bateman), il quale però scomparirà all'improvviso.

Nel suo viaggio per ritrovare il fratello Marla incontra un gruppo straordinario di personaggi, tra cui il camionista Del, l'affascinante agente segreto Rex Dasher e una moderna fata madrina che nell'edizione italiana ha la voce di Cristina D'Avena: "Attraverso la sua bacchetta magica, girando e volteggiando, ecco che Fata madrina riesce ad aiutare la grande Marla".

"Io ho cercato di essere me stessa, comunque. Ho cercato invece di entrare nel personaggio e di immaginarmi una Cristina piccola fata e quindi ho proprio cercato di mettere la mia allegria, la mia positività, il mio sorriso, anche perché fata madrina è molto simpatica e dice spesso 'è pazzesco', 'è pazzesco', io mi sono molto divertita".

Il cattivo del film è invece l'imperatore Maximus, che ha la voce e anche alcune caratteristiche di J-Ax: "É un cattivo molto simpatico, per questo mi sono trovato molto bene a fare Maximus, perché, prima di tutto gli piace cantare, organizzare spettacoli, è un egocentrico, mette la vita delle altre persone in pericolo, ho trovato tanti punti in comune no?".

"Lo zio, l'ho dovuto mettere, ho dovuto 'j-Axare', perché comunque è Maximus, un po' di Ax c'è dentro".

Dopo questa avventura Marla torna a credere in se stessa e nelle infinite possibilità della sua immaginazione. Il film è diretto da Lino DiSalvo, regista nato a New York da genitori siciliani, già capo dell'animazione per Frozen e supervisore di Bolt e Rapunzel per la Disney.

"Io soffro di ansia e a volte sono ossessionato dagli aspetti negativi della vita, mentre mi obbligo a pensare alle cose positive. Da artista, ci sono gli alti e bassi, e questo film serve proprio a ricordare che dobbiamo cercare la gioia e il divertimento che sono utili. Spero che questo si intuisca nel film".

Infine, una curiosità, il mondo Playmobil per Cristina d'Avena e J-Ax... "Mi piace moltissimo, quando mi hanno contattata per doppiare la fata madrina in questo film mi è piaciuto molto, sono molto onorata perché Playmobil è storia".

"Io ho avuto tanti Playmobil, ci ho giocato e ho desiderato sempre il galeone Playmobil, quello dei pirati, però ai tempi costava troppo e me lo sono comprato quando ho fatto successo, quello degli anni Ottanta, per dimostrare agli anni Ottanta che ho vinto io alla fine".