Festival: dal ddl Zan al Covid, torna Ponza D'Autore nel segno del 'Pandemonio' (2)

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – Un’occasione unica di confronto stimolato, oltre che da Gianluigi Nuzzi, da un pool di giornalisti di primissimo piano come Roberto Bernabò, Eleonora Cozzella, Alessandro De Angelis, Alessandro Giuli, Peter Gomez, Alessio Jacona, Francesco Piccinini e Andrea Vianello. Non mancherà anche un pizzico di ironia, grazie alle copertine di Roberto Parodi, giornalista e scrittore, e Federico Palmaroli, noto sui social con lo pseudonimo @lefrasidiosho.

In più, durante la rassegna verrà riproposta sull’isola l’installazione artistica “Pagina Prima: Sarà vero?”, che ha anche ispirato la copertina di Ponza D’autore 2021: un’opera composta da 75mila pagine di quotidiani calpestate dai passanti, realizzata dal collettivo artistico PXLs a Milano in occasione della Giornata Mondiale per la Libertà di stampa, che invita a riflettere sul significato di libertà. L’edizione 2021 di Ponza D’autore si aprirà venerdì 23 luglio con tre appuntamenti. Si comincia con 'Next Generation, i millenial tra reddito di cittadinanza e UE', un’intervista di Daniele Grassucci, direttore di Skuola.net, alla ministra per le politiche giovanili Fabiana Dadone.

Si prosegue con 'I colori dell’arcobaleno, l’Europa dei diritti tra Zan e Orban', un confronto sul controverso disegno di legge e sui suoi possibili effetti tra la senatrice del PD Monica Cirinnà, l’attivista Paola Concia, don Patrizio Coppola e l’onorevole di Forza Italia Andrea Ruggieri. E, per concludere, 'Romanzo Quirinale, l’Italia del semestre bianco', un acceso dialogo politico tra l’onorevole del Pd Graziano Delrio, il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti e i giornalisti Maurizio Belpietro, Alessandro De Angelis, Alessandro Giuli e Peter Gomez.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli