IF!Festival della Creatività, un successo la nona edizione

(Adnkronos) - Conclusa sabato la nona edizione di IF!Festival della Creatività, organizzato e promosso da ADCI – Art Directors Club Italiano e UNA – Aziende della Comunicazione Unite, insieme al main partner YouTube e al comitato organizzatore di IF! con la direzione artistica e generale di Alessandra Lanza.

“La Rivoluzione della Gentilezza” è stato il tema dei sei giorni del Festival, che ha vissuto due momenti: dal 7 al 10 novembre IF!Digital Premiére, 4 giorni dedicati alla formazione online con iscrizione gratuita, guidata da da oltre 35 professionisti italiani e internazionali che scrivono le regole del settore. Sold Out i 16 incontri in programma, con oltre 1700 iscritti ai corsi. Il secondo momento è stato il live con IF!Festival della Creatività, dall’11 al 12 novembre a BASE Milano.

Due giorni dal vivo, per un contatto diretto e un confronto tangibile tra le persone. 8200 i passaggi registrati: un numero sorprendente, che supera le precedenti edizioni e che conferma la forte volontà di tornare ad abitare, ad attraversare e ad affollare i luoghi e a seguire con sempre maggiore interesse i temi legati alla comunicazione e alla creatività.63 grandi ospiti provenienti dal mondo della cultura, dello spettacolo, del digital e della politica, si sono alternati in 31 incontri sul palco.

Per quanto riguarda i partner, anche quest’anno i numeri sono importanti e attestano una grande fiducia nell’evento: 37 in totale, di cui YouTube Main Partner, 24 content, 5 cultural e 12 technical Partner. Grandi aziende, associazioni, editori, società e agenzie di comunicazione che, oltre a contribuire alla realizzazione dell’evento, hanno promosso tematiche e contenuti rilevanti all’interno del programma di IF!2022. In questi giorni IF!Italians Festival ha però raccolto il dato più interessante: la gentilezza è una grammatica con cui agiamo il tempo e lo spazio. È una scelta non così semplice da attivare, ma che se attiva incide sul nostro sistema di relazioni e su tutti gli aspetti della nostra vita.

Il concetto di Nudge – ‘spinta gentile’, teorizzata da C. Sunstein e R. Thaler – come veicolo di rinnovamento istituzionale e strumento di trasmissione di conoscenza, è stato uno dei temi della IF!Digital Premiére, approfondito attraverso un workshop guidato da Nicola Zanardi, CEO Hublab, Marco Giovannelli, direttore Varese News e Maria Croci, Assessore alla Gentilezza, Comune di Malnate. Sotto la crescente pressione dei consumatori, i Brand infatti,devono non solo abbracciare seriamente i temi legati alla sostenibilità, ma anche stimolare comportamenti sostenibili dando corpo alla parola in sé, che viene sempre più svenduta perché sovrautilizzata e non sempre nel modo e nel contesto corretto. Giorgio Ferretti, Creative Business Partner Google, ha portato la parola SHIFT, altro termine interessante: il framework che aiuta i Brand a far andare di passo CSR (corporate social responsability) e comunicazione.

Insomma, è sempre più evidente che siamo entrati nell’era dei POP brand, dove la storia che conta davvero è quella che la gente racconta. Lo hanno espresso molto bene Samanta Giuliani, Executive Strategy Director Dentsu Creative, Stefano Pagani, SVP Dentsu Creative e Antonio Incorvaia, digital strategist e autore. Sembra proprio quindi che la gentilezza e la capacità di ascolto possano essere il motore capace di indicare ai Brand, qual è la nuova strada da intraprendere. La gentilezza è sottrazione, come ci hanno raccontato nei giorni live a BASE Milano, Elio Germano e Folco Terzani, grazie alla guida sapiente di Paola Maugeri, che con loro condivide una scelta radicale come quella di sottrarsi a scelte di massa per una vita, per l’appunto, più sostenibile. Gentilezza è anche relazioni che funzionano. Valeria Locati e Aurora Ramazzotti hanno approfondito dal palco di IF! Festival della Creatività, le relazioni gentili da un punto di vista più psicoterapeutico e generazionale, mentre Giuseppe Morici ne ha fatto una questione professionale e di leadership nel suo panel “Leader ma non troppo”.

IF! ha trovato nell’arte di Omar Hassan il giusto compromesso tra forza e gentilezza, grazie al suo modo speciale di creare bellezza, attraverso l’intervista “L’arte in pugno” firmata da Giuseppe Mastromatteo, President & Chief Creative Officer - Ogilvy Italia e ADCI Vice President.

Il Festival della Creatività ha poi valicato i suoi confini invitando Saverio Raimondo e Diletta Parlangeli che, insieme ad una delle più grandi porno star di tutti i tempi, Valentina Nappi, hanno ragionato sull'appiattimento della creatività nel mondo dell’hard.

Ma tanto la creatività quanto la gentilezza hanno anche dei loro paletti, a volte radicali, che IF! ha cercato in qualche modo di scardinare: con Guia Soncini, giornalista e scrittrice, e Davide Boscacci, comitato organizzatore IF! abbiamo analizzato limiti, pregi e difetti delle campagne pubblicitarie, attraversando il loro lato più “tragicomico”, provando a rispondere alla ormai storica domanda: non possiamo davvero più dire nulla?

Marco Cappato, attivista politico, e Edoardo Camurri, invece hanno fermato il tempo proiettandoci ad un tema tanto delicato quando visionario: L’OMS ci dice che sono 300 milioni le persone nel mondo affette da depressione, di queste circa il 20% risulta resistente a qualsiasi tipo di terapia attualmente approvata. Per questo motivo, una delle sfide-chiave per il prossimo futuro è lo studio di nuovi approcci terapeutici che non inibiscano la ricaptazione della serotonina che, attenuando i sentimenti più debilitanti, smorza anche le emozioni positive. Gli psichedelici invece sembrano agire determinando nei pazienti una sorta di rinnovamento psicologico, dimostrando quindi sì di essere sostanze estremamente potenti e dunque non dovrebbero essere usate per divertirsi. Ma capito questo, non andrebbe forse trattata la materia con una cultura diversa? O forse solo. Con una cultura?

In ultimo, un pensiero particolare meritano a loro volta le riflessioni preziose di grandi nomi del panorama pubblicitario e intellettuale che ci hanno fatto il regalo di abitare il nostro palco. Da Stephan Vogel, Chief Creative Officer Ogilvy EMEA, che ci chiede di provare a vedere quello che gli altri non vedono, a Lele Panzeri, fondatore, past president ADCI e direttore creativo, che con il suo panel “Estinti saluti”, con la partecipazione di Guido Ruberto, voice over, artist ha raccolto per noi un insieme di esperienze, ricordi, aneddoti divertenti ed episodi curiosi.

Così come anche intellettuali contemporanei, da Umberto Galimberti, con il suo intervento dal titolo “La creatività abita l’incerto confine tra ragione e follia”. A Roberto Saviano, che crede sia arrivato il momento di riavvolgere il nastro, per ricordarci cosa significhi gentilezza. “Be Kind Rewind” è stata l’ultima intervista sul palco del Festival, sabato 12, condotta da Giacomo Zanni, Creative Lead, Creative Works Google: come si pone un Brand nello scenario di oggi? Come può porsi con gentilezza? Roberto Saviano, uno dei più importanti intellettuali contemporanei, ci ha sicuramente illuminato con le sue parole profonde e lucide.

Come ogni anno, IF! Festival Della Creatività ha chiuso il suo palinsesto passando il testimone ad ADCI, celebrando la migliore creatività italiana: con l’assegnazione degli ADCI Awards, i riconoscimenti dell’Art Directors Club Italiano che hanno premiano il meglio della comunicazione pubblicitaria, per questa edizione presentati da Carlo Pastore.