Festival di Sanremo: il via libera del Comitato tecnico scientifico

·1 minuto per la lettura
Sanremo protocollo cts
Sanremo protocollo cts

Il Comitato tecnico scientifico avrebbe approvato il protocollo organizzativo e sanitario per il Festival di Sanremo 2021, che si svolgerà senza pubblico e senza eventi collaterali.

Sanremo 2021: il protocollo

Quello che doveva essere il Sanremo “della rinascita” sarà in realtà il Sanremo dei giorni odierni: nessun pubblico in platea, niente assembramenti o contatti ravvicinati tra i presenti, niente eventi collaterali al di fuori dello show. Il protocollo stabilito dalla Rai e dall’organizzazione della kermesse è stato finalmente approvato dal Cts del Governo dopo le bufere dei giorni scorsi in merito all’ipotetico “pubblico di figuranti”. Sulla questione si erano espressi anche Dario Franceschini e Roberto Speranza, che avevano da subito scansato l’ipotesi del pubblico allo show.

Amadeus, dopo giorni piuttosto difficili, avrebbe acconsentito a portare avanti al programma nonostante le difficoltà legate all’assenza del pubblico (secondo lui essenziale per mettere a proprio agio gli artisti sul palcoscenico). Le cinque serate della kermesse andranno in onda in diretta dal 2 al 6 marzo: “dalle ore 20.40 circa per la durata di 300 minuti circa” per un totale di 5 ore interamente alla kermesse (comprensive di quello che sarebbe stato l’orario destinato al dopofestival). Fatta eccezione per il cast, gli artisti e i conduttori, tutti i presenti all’Ariston dovranno indossare le mascherine Fpp2 e rispettare le norme di distanziamento sociale previste per arginare il pericolo di ulteriori contagi. Distanziamenti minimi sono previsti anche per i 60 orchestrali mentre tutti gli artisti in gara, gli ospiti e i conduttori dovranno sottoporsi al tampone prima di salire sul palco.