Fi, Gelmini: Forza italia torni a rappresentare ceto medio,

Pol/Tor

Roma, 18 lug. (askanews) - "Forza Italia deve rappresentare il ceto medio, che è stato falcidiato da una crisi durissima, che ne ha indebolito aspettative economiche e ruolo sociale. Noi dobbiamo guardare ai ceti produttivi, ai professionisti, agli imprenditori e alle partite iva: parlare all'Italia che non sta a casa ad aspettare il reddito di cittadinanza ma scommette sul futuro, rischia, investe e studia. Dobbiamo tornare ad essere il partito del Pil. E allo stesso tempo dobbiamo occuparci anche di chi è rimasto indietro o di chi rischia di restarci: donne, giovani, anziani. Serve una grande riforma del welfare". Lo ha affermato Mariastella Gelmini, presidente dei deputati di Forza Italia, intervistata da 'Il Dubbio'.

"Lega e Forza Italia sono unite nei territori dove governano insieme, ma lì non ci sono né il reddito di cittadinanza, né il decreto dignità, né l'abolizione della prescrizione. In quelle città e regioni il centrodestra abbassa le tasse, garantisce sicurezza e dialoga coi corpi intermedi, con una ricetta liberale in cui noi ci riconosciamo pienamente. Questo, però, non viene fatto dalla Lega al governo coi 5 Stelle".