Fi, Rotondi: cena Carfagna gradevole: no a Salvini premier

Tor

Roma, 18 set. (askanews) - Quella promossa da Mara Carfagna con diversi parlamentari di Forza Italia contrari a un nuovo accordo con Matteo Salvini cne ne consacri la premiership del centrodestra "è stata una cena gradevole e allegra, ma non è stata un particolare luogo di dibattito o di congiure. E' emersa la consapevolezza che Fi finora non sta combattendo". E in ogni caso "se si tratta di usare i voti dei moderati per portare il gemello di LePen a Palazzo Chigi non ci sto". E "Come me la pensa la quasi totalità dell'elettorato di Fi". Lo riferuisce l'ex ministro Gianfranco Rotondi, deputato azzurro.

"Il centrodestra - ha dichirarato Rotondi a Radio Cusano Camous- è finito. Purtroppo Berlusconi, nella sua generosità da statista, ha patito il disagio di vedere la sua creatura prendere un'altra strada. Lui parla sempre di centrodestra, ma la gente vota per chi gli chiede il voto, come fa Salvini che parla di Lega e non di centrodestra. Se io voto Fi e mi ritrovo Salvini non va bene".

Quanto a Matteo Renzi, "si propone - ha commentato l'ex ministro- come resuscitatore dell'Italia. Se fai Italia viva vuol dire che quella che c'è ora è morta. Non parla di centro, perché uno che resuscita l'Italia va a destra, al centro e a sinistra, penso abbia un orizzonte più ampio. Riconosco a Renzi un merito che sarà scritto nei libri di storia, aver evitato il governo Salvini che in quel momento sarebbe stato pericoloso"