Fiat-Chrysler, Marchionne: In Cina ripartiamo nel modo giusto

Pechino (Cina), 23 apr. (LaPresse) - In Cina "stiamo ripartendo da zero dopo due partenze false, ma ora abbiamo il partner e il prodotto giusto". Lo ha detto il ceo di Fiat-Chrysler, Sergio Marchionne, in un'intervista rilasciata ad Automotive News a margine del Salone dell'Auto di Pechino. Lo scorso anno, con vendite in aumento dell'81% a oltre 22.000 unità, la Cina è stata il più grande mercato di esportazione per Jeep e il terzo in assoluto dopo Stati Uniti e Canada. Marchionne ha chiarito che vuole rafforzare la produzione locale di Jeep e ha spiegato che Alfa Romeo, dopo il suo rilancio in Nord America previsto per la fine del 2013, sbarcherà in Cina. "Jeep e Alfa sono due marchi veramente globali di Fiat-Chrysler ", ha detto il manager italo-canadese. Fiat ha presentato oggi la berlina compatta Viaggio al salone. La vettura, che si basa sulla Dodge Dart, andrà in produzione a giugno in un nuovo stabilimento di Fiat con il partner Guangzhou Automobile Group. Marchionne non è preoccupato per l'attuale rallentamento del mercato cinese. "La crescita era troppa e troppo veloce", ha affermato. Secondo Marchionne il governo cinese ha fatto bene a intervenire per rallentarne il ritmo.

Ricerca

Le notizie del giorno