Fico: al via processo legislativo digitalizzato

Pol/Bar

Roma, 3 mar. (askanews) - "La strada per un processo legislativo digitale è avviata: questa mattina la commissione Affari costituzionali ha infatti utilizzato per la prima volta il primo modulo di un sistema che nel suo sviluppo completo permetterà una produzione delle leggi interamente digitale. Un passo in più verso la dematerializzazione". Lo ha scritto il presidente della Camera, Roberto Fico, sula sua pagina Facebook.

"Grazie al lavoro degli uffici della Camera, durante l'esame oggi del decreto Ministeri, i deputati - ha spiegato - hanno potuto discutere gli emendamenti visualizzandoli su un maxischermo (e presto dai dispositivi personali), dove venivano mostrati i testi in esame, i pareri resi su di essi, le valutazioni di ammissibilità, nonché l'esito delle votazioni. Il sistema, gestito dalle segreterie delle Commissioni, raccoglie in tempo reale tutti i dati d'esame (emendamenti votati, da votare, approvati e altro) mettendoli a disposizione dei parlamentari".

Secondo Fico "la sperimentazione iniziata oggi è parte di un più ampio progetto che ha l'obiettivo di rendere Montecitorio sempre più moderna ed efficiente, ottimizzando i processi e attuando un risparmio di tempo e risorse. Il lavoro nasce dall'approvazione pochi mesi fa di un ordine del giorno al Bilancio della Camera a prima firma Mirella Liuzzi".

"Vi terrò aggiornati - ha concluso il presidente della Camera - su tutte le novità che ci saranno nelle prossime settimane fino alla definitiva applicazione del nuovo sistema che agevolerà il lavoro di commissioni e aula e permetterà alla Camera di poter rispondere al meglio ai bisogni della collettività grazie a procedimenti ancora più efficaci e rapidi".