Fico: a cattiva politica oppponiamo senso comunità

Gal

Roma, 6 dic. (askanews) - "Alla cattiva politica, ai cattivi maestri va opposto il senso di comunità, la politica bella, alta, forte dove la collettività è importante, la partecipazione è fondamentale". Lo ha detto il presidente della Camera, Roberto Fico, a Santa Maria del Cedro dove ha ricevuto la cittadinanza onoraria.

"Solo così possiamo cambiare le cose, ognuno fa un pezzo del proprio dovere ma in una scacchiera comune dove ritroviamo i nostri valori - ha proseguito -. Quando ci sentiamo un pò persi e sconfitti dobbiamo pensare che abbiamo sempre non solo comunità di riferimento ma c'è lo Stato, la Costituzione, la Repubblica che è forte e salda, quando c'è un mare è in tempesta lo Stato e i ruoli di presidenti devono rimanere saldi perchè sono l'ancora per portare sempre il paese in salvo, sempre".

Il presidente della Camera ha ribadito il valore del "senso di comunità, se andiamo verso l'individualismo, l'egoismo, non facciamo un buon servizio a nessuno. Oggi noi diamo un esempio di saper lavorare e saper ascoltare, condividere, essere solidali, aiutarci uno con l'altro, chi da la lezione solitaria fa il gioco di chi vuole che le comunità si indeboliscano e che le decisioni vengano prese altrove, non nell'interesse dei cittadini".