Fico: merendine? Senza polemiche, primo punto sia istruzione

Psc/Ral

Napoli, 23 set. (askanews) - "Senza creare polemiche inutili dico che il primo punto dell'agenda deve essere l'istruzione, qui vanno messi i soldi e credo che tutto il governo sia d'accordo". Così il presidente della Camera, Roberto Fico, ha risposto a Napoli a chi gli chiedeva di commentare l'ipotesi di una tassa da applicare su merendine e snack.

Parlando a margine della visita alla Sala della memoria presso il Palazzo delle arti dov'è custodita la Mehari di Giancarlo Siani, il giornalista ucciso 34 anni fa dalla camorra, la terza carica dello Stato ha detto: "Penso che sia giusto che l'investimento principale sia sull'istruzione e la formazione. Se i soldi arrivano grazie alla redistribuzione delle spese interne allo Stato o se il ministro dell'Economia approverà la manovra di bilancio con dei soldi importanti per la scuola, non posso che essere d'accordo".

Fico ha poi proseguito: "Se non affrontiamo il problema su tutto il comparto della scuola, dell'istruzione, della formazione e degli assistenti sociali in modo definitivo, non andiamo da nessuna parte. Se investiamo in educazione ci potremmo non trovare più nelle stesse condizioni di venti anni fa. Questo è il primo punto dell'agenda politica nazionale, ma di qualsiasi paese che voglia sentirsi tale".