Fico: minacce a Segre sconfitta per tutti e passo indietro società

Pol/Gal

Roma, 7 nov. (askanews) - "Liliana Segre, sopravvissuta ad Auschwitz, testimone dell'Olocausto, è stata posta sotto scorta per le minacce ricevute. È una sconfitta per tutti noi, un passo indietro per la società. Perché ad essere fragili ed esposti alle minacce sono, con lei, il nostro patrimonio comune di principi, la nostra identità, il terreno stesso su cui poggia la repubblica democratica". Lo sottolinea il presidente della Camera, Roberto Fico.

"Questo impone che ognuno di noi faccia la propria parte per affermare con forza gli irrinunciabili valori del nostro vivere comune: dialogo, rispetto, solidarietà, tutela dei diritti e quindi l'antifascismo. Liliana Segre è una donna straordinaria, a lei va tutta la mia vicinanza", conclude Fico.