Fico: non ignorare giovani, pericolo pandemia su loro diritti

Fdv
·1 minuto per la lettura

Roma, 19 nov. (askanews) - "L'impatto della pandemia sui diritti dei più piccoli in tutto il mondo è infatti preoccupante. In particolare, per i minori che vivono in contesti di disagio economico e sociale, il rischio è l'acuirsi delle diseguaglianze. Deve essere quindi un impegno primario della politica e delle Istituzioni assicurare che, anche nella difficile fase che stiamo vivendo, non siano messi a repentaglio i principi garantiti dalla Convenzione delle Nazioni Unite". Lo ha detto il presidente della Camera Roberto Fico nel videomessaggio inviato, in occasione della Giornata Mondiale dell'Infanzia e dell'Adolescenza, all'evento "Le sfide della pandemia per l'infanzia e l'adolescenza". Per Fico "occorre assicurare a tutti i bambini e adolescenti l'opportunità di vivere la loro età serenamente tra studio, formazione, gioco, confronto con i propri coetanei. L'opportunità di poter costruire il proprio futuro. Per troppo tempo - ha ammonito Fico - le Istituzioni, non soltanto nel nostro Paese ma a livello globale, non hanno dato spazio adeguato alle istanze dei giovani. Nelle scelte pubbliche sono quasi sempre prevalsi gli interessi immediati e le rivendicazioni delle generazioni di età più avanzata". Il presidente della Camera ha sottolineato come si sia "imposta così una visione a breve e medio termine, volta ad ottenere tutto e subito. Sono state ignorate a lungo le conseguenze delle politiche, dei comportamenti e degli stili di vita sulle generazioni future".