Fico: scuola sia vaccino e sprone contro mafie e corruzione

Gal

Roma, 8 nov. (askanews) - "La scuola, cui affidiamo la crescita culturale e civile dei giovani, è lo specchio della società in cui viviamo. Allo stesso modo è un importante laboratorio capace di trasmettere i valori di un'etica pubblica che può cambiare in meglio la nostra società. Una società spesso tentata da falsi ideali e in cui si fa strada un cieco individualismo. Una società il cui tessuto civico ed economico non riesce sempre a essere al riparo dal virus delle mafie e della corruzione. La scuola deve essere un vaccino e allo stesso tempo uno sprone". Lo ha scritto il presidente della Camera, Roberto Fico, in un messaggio per l'inagurazione dell'istituto comprensivo di Ficarazzi (Pa), intitolato al giudice Livatino, ucciso dalla mafia.

La scuola, ha proseguito Fico "deve riuscire a trasmettere ai giovani cultura e conoscenza, ma anche sensibilità civica: aprire il cuore e la mente alle ragioni della legalità e dei diritti dell'uomo, dell'impegno civile, della lotta alle discriminazioni e della giustizia sociale. Questa consapevolezza rende speciale e ricca di significato la vostra decisione di intitolare l'Istituto Comprensivo di Ficarazzi a Rosario Angelo Livatino, il 'giudice ragazzino' che fu ucciso a causa del suo impegno contro la criminalità organizzata, esempio di eroismo e coraggio da valorizzare ogni giorno".(Segue)