Fico: "Torneremo Paese più forte e più bello di prima"

webinfo@adnkronos.com

"Insieme riusciremo a superare questo momento molto difficile, ritorneremo un Paese più forte e più bello di prima". Così il presidente della Camera Roberto Fico, nel corso di una video-conferenza stampa. 

"Vi ho voluto aggiornare sui lavori della Camera dei deputati - ha chiarito Fico - e su ciò che abbiamo deciso nella conferenza dei capigruppo proprio per dirvi un cosa molto, molto semplice: la Camera dei deputati, il Parlamento non ha mai chiuso. Stiamo continuando a lavorare nell'interesse di tutti i cittadini italiani. Lo stiamo facendo in una modalità di sicurezza perché dobbiamo tutelare la salute dei parlamentari e dei dipendenti della Camera". 

Nessun 'oscuramento', secondo Fico, c'è stato del ruolo delle Camere. "Proprio nel mese di marzo -ha ricordato - abbiamo autorizzato il governo a far sì che ci fosse lo scostamento di bilancio di 25 miliardi di euro, che adesso aiuteranno famiglie e imprese italiane. Senza quel voto, che è un voto importantissimo, non ci sarebbe stato lo scostamento. Questo significa centralità del Parlamento e ruolo delle Camere".  

Ma "non c'è dubbio - ha sottolineato la terza carica dello Stato -che non solo per questo decreto (il dl 'Cura Italia', ndr) ma anche per tutti gli altri provvedimenti, le Camere devono avere la possibilità di analizzarli, di poterli modificare e far sì che la nostra Repubblica parlamentare abbia pienamente funzione. Quindi mi farò garante, come so che garante è la presidente del Senato. Nelle nostre interlocuzioni condividiamo sempre il passaggio delle due Camere rispetto ai provvedimenti".  

Quindo ha ricordato che "domani, alle 15, ci sarà il question time alla Camera ma sarà un question time rafforzato. Saranno presenti i ministri della Giustizia, delle Infrastrutture e dei Trasporti, dell'Istruzione, dell'Università e della Pubblica amministrazione. Sarà un question time rafforzato perché ogni gruppo parlamentare potrà presentare due interrogazioni al governo". "In questo modo - ha spiegato Fico - rafforziamo la funzione della Camera, ovvero quella del controllo. Il question time si ripeterà con queste modalità anche il mercoledì successivo". 

Poi alle 18 in Aula "ci sarà l'informativa del presidente del Consiglio dei ministri, che verrà a riferire sulla situazione attuale. Ogni gruppo potrà intervenire e avrà circa 10 minuti di tempo per fare il proprio intervento".