Fidanzata Khashoggi: Jamal come Regeni, Italia chieda verità -2-

Mos

Roma, 27 set. (askanews) - Cengiz, inoltre, respinge l'assunzione di responsabilità indiretta dell'uomo forte dell'Arabia saudita, il principe ereditario Mohammed Bin Salman, il quale ieri ha dichiarato di assumersi la responsabilità perché l'uccisione è avvenuta sotto la sua "direzione".

La donna ha definito questa affermazione "solo un goffo tentativo di svicolare dalle sue colpe e al tempo stesso di accreditarsi come monarca". Salman è accusato da più parti di essere il mandante dell'omicidio Khashoggi. "La realtà - ha commentato Cengiz - è che l'unica ragione per cui, a un anno di distanza, Mohammed Bin Salman può ancora permettersi frasi simili, è l'amicizia con Donald Trump. Pur essendo Khashoggi un residente permamente negli Usa, la Casa bianca non ha fatto nulla né per me nè tanto meno perché fosse fatta giustizia".