Fidanzati uccisi a Lecce, condannato all’ergastolo Antonio De Marco

Fidanzati uccisi a Lecce, condannato all’ergastolo Antonio De Marco
Fidanzati uccisi a Lecce, condannato all’ergastolo Antonio De Marco

È stato condannato all’ergastolo Antonio De Marco, lo studente reo confesso dell’omicidio dell’arbitro leccese Daniele De Santis e della sua fidanzata Eleonora Manta. La coppia è stata uccisa a Lecce la sera del 21 settembre 2020. I due fidanzati sono stati accoltellati nella casa in via Montello, che per mesi avevano condiviso con il loro assassino. La sentenza è stata pronunciata oggi dai giudici della Corte d'Assise di Lecce.

Come ricostruito dall’accusa e confessato dal 21enne, il 33enne De Santis e la 30enne Manta sono stati colpiti da 60 coltellate. Gli investigatori hanno poi ritrovato dei biglietti in cui il killer descriveva l’iter da seguire dopo l’omicidio, dall’eliminazione delle prove con “acqua bollente, candeggina, ecc”, alla “mappa con il percorso da seguire per evitare le telecamere”.

LEGGI ANCHE: Coppia uccisa a Lecce, nuovi dettagli sul killer

GUARDA ANCHE: Omicidio Lecce, l'inquilino: "Daniele? Lo abbiamo visto crescere"

Il giovane aveva iniziato a pianificare l’omicidio dopo che si era trasferito in un’altra casa, sempre a Lecce. Una volta arrestato aveva confessato di averli uccisi “perché erano troppi felici e per questo mi è montata la rabbia”.

E’ stata accolta la richiesta dell’ergastolo come richiesto dalla Procura, ma non quella dell'isolamento diurno per un anno.

In aula non erano presenti né il giovane, né i suoi genitori. C'erano invece i familiari delle vittime.

GUARDA ANCHE: Omicidio di Lecce, la dinamica del delitto

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli