Fidanzati uccisi a Lecce, ergastolo per l'assassino

fidanzati uccisi Lecce ergastolo
fidanzati uccisi Lecce ergastolo

Carcere a vita per Antonio De Marco, l’assassino dei due fidanzati di Lecce uccisi la sera del 21 settembre 2020, nella stessa casa che per mesi avevano condiviso.

Fidanzati uccisi a Lecce, ergastolo per l’assassino

Eleonora Manta e Daniele De Santis sono stati uccisi dallo stesso ragazzo che per mesi aveva condiviso con loro l’appartamento di via Montello, a Lecce. Il reo confesso ha rivelato poi numerosi dettagli sull’uccisione dei due giovani fidanzati, assassinati “perché erano felici”. La furia omicida del giovane killer era stata premeditata e lui stesso ha ammesso che avrebbe continuato a uccidere. Ora c’è una sentenza per Antonio De Marco, condannato all’ergastolo.

La sentenza dei giudici della Corte d’Assise di Lecce non prevede l’isolamento diurno per un anno. In aula De Marco non era presente. Non sono mancati, invece, i familiari delle vittime. La Procura aveva chiesto l’ergastolo per De Marco con il riconoscimento dell’aggravante della crudeltà e della premeditazione, oltre all’isolamento diurno per un anno. Sul giovane che studiava alla facoltà di infermieristica grava l’accusa di omicidio volontario premeditato, aggravato dalla crudeltà e dai futili motivi.

Inoltre, gli esperti consulenti psichiatrici nominati dalla Corte di Assise di Lecce hanno giudicato il colpevole capace di intendere e di volere al momento del delitto, sebbene sia stata riconosciuta in De Marco una personalità narcisistica.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli