Fiera Milano, TuttoFood e Host insieme a ottobre per la ripartenza

·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 14 lug. (askanews) - Con Tuttofood e Host, Fiera Milano ha l'opportunità di diventare "un hub non solo italiano, ma europeo di alcune filiere industriali". Il neo amministratore delegato di Fiera Milano, Luca Palermo, presenta così il doppio appuntamento fieristico di ottobre - dal 22 al 26 alla Fiera di Rho - con due eventi, quello relativo all'ospitalità e quello del food and beverage, che si incontrano per dare un impulso positivo a tutto il comparto dopo quasi un anno e mezzo senza eventi fieristici in presenza. "Milano ha la capacità - ha detto Palermo durante il suo intervento dalla Terrazza Palestro a Milano - di attrarre filiere fondamentali del made in Italy e Tuttofood può diventare un 'champion' della filiera agroalimentare e attrarre visitatori, nazionali e internazionali. La sfida è quella di far sì che i nostri imprenditori vengano a Milano e vadano un po' meno alle fiere estere perché qui trovano opportunità di internazionalizzazione".

I segnali, hanno sottolineato gli organizzatori, sono incoraggianti dopo 16 mesi di stop: a oggi circa 1.800 espositori che arriveranno da oltre 40 Paesi e, come ha sottolineato Simona Greco, responsabile dell'area exhibitions di Fiera Milano, "a bordo abbiamo già 700 compratori a cui abbiamo già prenotato volo e albergo e probabilmente triplicheranno di qui a ottobre". Del resto le stime dell'ultimo Food industry monitor realizzato dall'Università di Scienze gastronomiche di Pollenzo, in collaborazione con Ceresio Investors, ci dicono che alimentare e food equipment faranno segnare una crescita di circa il 6% sia nel 2021 sia nel 2022. E segnali positivi arrivano anche dall'export, per il quale si prevede un incremento medio del 3% l'anno nel biennio.

TuttoFood e HostMilano saranno l'occasione per espositori, buyer e visitatori professionali di mettere a fuoco innovazioni tecnologiche e di prodotto, tendenze di consumo e format su cui puntare per sviluppare il proprio business. Tra le due manifestazioni, saranno oltre 1.000 gli appuntamenti che coinvolgeranno associazioni e organizzazioni di ogni settore. Novità di quest'anno per TuttoFood sarà l'area dedicata al fresco ortofrutticolo e le innovazioni della IV e V gamma, che va ad aggiungersi ai settori lanciati nelle recenti edizioni. Per Hostmilano, che già conta oltre 1.100 espositori, con un tasso di internazionalità sul totale degli espositori che sfiora il 40%, si tratterà di amplificare quei segnali registrati nel primo trimestre del 2021 quando c'è stata una forte accelerazione tendenziale del commercio mondiale per il segmento della ristorazione professionale (+23% rispetto al corrispondente periodo 2019) e una crescita del segmento dell'arredo tavola, che ha messo a segno un +11,1% rispetto al primo trimestre 2020 e un +5,7% rispetto al primo trimestre 2019.

"Contiamo molto sul fatto che Host e TuttoFood siano due tra le più importanti manifestazioni del nostro calendario - ha concluso Palermo - che a partire da settembre sarà molto ricco: 32 manifestazioni fino a fine anno un bel numero se consideriamo che in un anno ne facciamo 50".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli