Figlio nell’auto in fiamme, il padre entra in pista e lo salva

Siamo negli USA, durante la South Boston Speedway. La corsa automobilista è appena iniziata, siamo al sesto giro, e a un certo punto due vetture sono affiancate sul veloce ovale. All’esterno c’è l’auto di Mike Jones che si tocca con l’avversario all’interno. Testa coda per Jones, auto che sbatte contro il muretto interno e continua la sua corsa lungo la pista.

A prima vista un incidente banale, senza rischi. In verità, però, qualcosa va storto e la vettura di Mike Jones prende velocemente fuoco. Le fiamme circondano subito l’abitacolo e Mike Jones non riesce a liberarsi della cintura di sicurezza. Una situazione drammatica, che potrebbe trasformarsi in tragedia, con i soccorsi che tardano ad arrivare. Ed ecco la sorpresa.

Nonostante le altre vetture stiano girando a tutta velocità sul tracciato di South Boston, infatti, un uomo scavalca il muretto e si dirige di corsa verso la vettura di Jones. L’uomo, senza tuta di protezione, si china verso Mike e lo aiuta a liberarsi dalla cintura e a uscire dalla vettura. Mentre l’auto brucia, insomma, il pilota e il suo salvatore si allontanano.

Le fiamme circondano subito l’abitacolo e Mike Jones non riesce a liberarsi della cintura di sicurezza. Una situazione drammatica, che potrebbe trasformarsi in tragedia.

Ma l’uomo che è intervenuto a salvare Mike Jones non è un tifoso qualsiasi. L’uomo, infatti, è il padre del pilota, il quale appena ha visto il figlio in pericolo non ci ha pensato due volte a correre in pista, incurante delle altre vetture e delle fiamme, per salvare Mike. Quando sono arrivati i mezzi di soccorso, infatti, l’auto bruciava, ma il pilota era tranquillo a bordo pista.

La gara era la 1st NASCAR Whelen Late Model e Mike Jones aveva conquistato un buon quinto posto nella prima prova. Nella seconda, però, la sua gara è durata veramente pochissimo. Alla fine a vincere è stato Brandon Pierce che ha preceduto al traguardo Philip Morris e Thomas Scott.