Figlio picchia a sangue il padre anziano: “In te vedo il diavolo”

Figlio picchia padre anziano

Ha picchiato per l’ennesima volta l’anziano padre nonostante gli fosse vietato l’avvicinamento alla sua casa: questo quanto accaduto a Limena, comune alle porte di Padova, dove un 50enne è stato iscritto al registro degli indagati.

Figlio picchia a sangue il padre anziano

Per l’uomo era stato emesso un divieto di avvicinamento alla casa familiare dopo che, ad agosto 2019, aveva gettato violentemente il padre a terra facendogli sbattere la testa. Ma, nonostante il provvedimento emesso dal giudice dopo la denuncia dei Carabinieri, è nuovamente tornato nell’abitazione da lui ripetendo i maltrattamenti nei suoi confronti. A quel punto l’anziano ha chiamato i militari dell’Arma che l’hanno arrestato.

Durante l’arresto, il 50enne avrebbe così spiegato le violenze nei confronti del padre: “In lui vedo il diavolo“. Motivo per cui la Procura ha ordinato una consulenza psichiatrica. A seguito dell’esame però l’uomo è risultato capace di intendere e di volere, dimostrando così che sarebbe stato pienamente cosciente mentre compiva quei gesti. Chiuse le indagini, chi di dovere ha chiesto per lui il giudizio immediato. Dovrà ora essere interrogato e rispondere dei reati di maltrattamenti in famiglia, lesioni personali e violazione dei provvedimenti di allontanamento dalla casa familiare e divieto di avvicinamento ai luoghi presentati dalla persona offesa.

L’84enne è costretto a subire le violenze del figlio dal 2014. In un’occasione quest’ultimo lo avrebbe colpito con due calci e minacciato con parole del tenore di “Sei un cadavere che cammina, hai i giorni contati“. Senza contare gli insulti e le botte quotidiani che l’hanno talvolta costretto a recarsi al Pronto Soccorso.