Figlio Salvini su moto d'acqua, procedimento disciplinare per agente

webinfo@adnkronos.com

Un procedimento disciplinare sarà aperto nei confronti del poliziotto che il 30 luglio scorso a Milano Marittima fece salire sulla moto d'acqua della Polizia il figlio dell'allora vicepremier e ministro dell'Interno Matteo Salvini. In quel periodo l'agente, in forza alla questura di Livorno, era stato distaccato di servizio in Romagna. L'agente è stato convocato questa mattina dalla questura di Livorno. Nel caso in cui, alla fine del procedimento, venissero commissionate sanzioni disciplinari - che potrebbero andare dal richiamo orale alla pena pecuniaria, fino alla destituzione nei casi più gravi -, il poliziotto avrebbe dieci giorni di tempo per fare ricorso. Sulla vicenda lo scorso 22 agosto è stata aperta anche un'inchiesta dalla Procura di Ravenna, con un fascicolo a carico d'ignoti.