Figliuolo alle Regioni: vaccini a operatori scuola, fare di più

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 6 lug. (askanews) - "Sto riscrivendo a tutte le Regioni per incentivare con ogni mezzo" le vaccinazioni a "quella parte di operatori scolastici che ancora mancano. Non è il caso della regione Lazio dove siamo al 99,8%, il 100% di fatto è impossibile da raggiungere e il Lazio ha raggiunto la massima copertura possibile. Però ci sono ancora 8-9 Regioni che ancora sono sotto l'80% e qui bisogna cercare di fare di più, cercando di far capire a tutti gli operatori scolastici l'importanza" di vaccinarsi "non solo per se stessi, ma anche per la collettività. E questo per riaprire le scuole in sicurezza e magari con meno vincoli possibili a settembre". Così il commissario straordinario per l'emergenza Covid Francesco Paolo Figliuolo, a margine della visita all'hub vaccinale dell'Acea a Roma.

Sulle vaccinazioni, ha detto ancora, "dobbiamo andare forte sui 50enni e cercare di convincere quei 215mila insegnanti e operatori scolastici, almeno arrivare a 180-190mila, a vaccinarsi: ci permetterà di arrivare più in sicurezza all'apertura delle scuole. Una buona copertura, oltre l'80% degli operatori scolastici, e dei giovani 12 anni in su, considerando che dai 12 in giù oggi non c'è il vaccino, ci dà una buona sicurezza di tornare a scuola tutti in presenza e anche con poche o scarse limitazioni".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli