Figliuolo: "La macchina organizzativa per le terze dosi è pronta"

·1 minuto per la lettura
Figliuolo sulla terza dose
Figliuolo sulla terza dose

Il commissario per l’emergenza Francesco Paolo Figliuolo ha annunciato che la macchina organizzativa per la campagna di somministrazione della terza dose è pronta: dopo i pazienti fragili, ha spiegato, si procederà con gli over 80, gli ospiti delle Rsa e gli operatori sanitari.

Figliuolo sulla terza dose

Recatosi in diverse regioni in occasioni dell’avvio delle vaccinazioni con terza dose, ha spiegato che per chi vive situazioni di alto rischio, come i malati oncologici, chi ha subito un trapianto oppure è ancora in attesa, i dializzati e tutti coloro che sono immunocompromessi, “siamo già partiti e procederemo in modo spedito“.

Quanto a chi verrà dopo, Figliuolo ha sottolineato che gli scienziati devono ancora dare indicazioni su come procedere ma è prevedibile che si segua uno schema identico a quello utilizzato nelle prime fasi. Ha inoltre assicurato che non si verificheranno di nuovo i ritardi e le falle che hanno caratterizzato l’avvio della campagna vaccinale. I conti fatti dalla struttura commissariale dicono che per il personale sanitario serviranno circa 2 milioni di dosi, 4 milioni e mezzo per chi ha più di 80 anni, circa 400 mila per chi si trova nelle Rsa e 3 milioni per i fragili: “Abbiamo più di 11 milioni di dosi, quello delle scorte non è e non potrà più essere un problema“.

Figliuolo sulla terza dose e i prossimi obiettivi

Soddisfatto perché in Italia ci sono già 41 milioni di immunizzati, pari a circa il 76% degli over 12, il Generale ha confermato l’incremento delle prenotazioni delle prime dosi tra il 20 e il 40% seguito all’approvazione del decreto sul green pass. Se continua il trend dell’ultima settimana, “a metà ottobre potremmo vedere l’82% di persone completamente vaccinate e una percentuale superiore di prime somministrazioni“.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli