Figliuolo: “No al richiamo in vacanza, green pass dopo prima dose valido per 9 mesi”

·2 minuto per la lettura
Figliuolo richiamo in vacanza
Figliuolo richiamo in vacanza

Il commissario Figliuolo ha chiesto agli italiani di programmare le proprie ferie in base al giorno del richiamo, escludendo l’ipotesi di effettuarlo in vacanza, e alle regioni di fare meno propaganda e vaccinare tutti gli ultrasessantenni e i fragili.

Figliuolo sul richiamo in vacanza

Le dichiarazioni sono giunte nel corso di una visita agli hub vaccinali di Firenze in cui ha spiegato che non è praticamente possibile che i vaccini seguano i flussi dei vacanzieri. No dunque alla somminisrazione nei luoghi di vacanza e sì alla programmazione delle ferie in base all’appuntamento nella propria regione: “Sono aperto a qualsiasi proposta ma ovviamente a tutto c’è un limite, se facciamo voli pindarici e invenzioni, io non ci sto“.

L’ipotesi di connettere i sistemi informativi delle anagrafi vaccinali di tutte le aziende sanitarie del Paese, al momento, non sembra infatti percorribile. Un altro ostacolo alle vaccinazioni in vacanza sarebbe poi costituito dalla diversa distribuzione nel territorio dei quattro tipi di farmaci finora disponibili.

Figliuolo, richiamo in vacanza: “No propaganda”

Il commissario ha infine chiesto alle Regioni di “non fare propaganda ma andare avanti con i richiami e mettere in sicurezza gli over 60“. Quella indicata dal generale è una linea rigorosa per le prossime due o tre settimane, un periodo in cui sarà necessario accelerare alla luce delle graduali riaperture possibili anche grazie al calo dei ricoveri e dei decessi.

Intanto prosegue la distribuzione delle fiale e tra il 20 e il 24 maggio arriveranno carichi per altri tre milioni di dosi. Oltre ai 2,1 milioni di Pfizer, saranno consegnati 200 mila shot di Johnson%Johnson, 500 mila di Astrazeneca e oltre 100 mila di Moderna. Per quanto riguarda il vaccino italiano ReiThera, recentemente bloccato, Figliuolo ha affermato che si tratta di un prodotto che sarà utile nel medio e lungo termine.

Figliuolo, richiamo in vacanza: il green pass

Per quanto riguarda invece il green pass, il Capo dello Stato ha firmato il decreto con cui si stabilisce che venga rilasciato contestualmente alla somministrazione già della prima dose, diventerà valido dopo 15 giorni e avrà una durata di nove mesi dal completamento del ciclo vaccinale.

Gli altri modi per ottenerlo sono quelli di avere esito negativo da un tampone effettuato entro le 48 ore precedenti allo spostamento o essere guariti dal Covid.