Figliuolo: "Obiettivo 80% popolazione vaccinata entro fine settembre"

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·2 minuto per la lettura

L'obiettivo è vaccinare contro il covid "l'80% della popolazione entro il 30 settembre di questo anno''. Così il generale Francesco Paolo Figliuolo, commissario straordinario all'emergenza Covid, parlando in audizione sullo stato di attuazione del Piano strategico nazionale dei vaccini per la prevenzione delle infezioni da Sars-Cov-2. ''Il target è quello di 500mila somministrazioni al giorno a regime - ha affermato - da raggiungere nelle terza settimana di aprile per ottenere l'immunità di gregge entro fine settembre''. ''Guardando al futuro immediato le previsioni circa le forniture di vaccini per il mese di aprile confermano il trend attualmente in crescita, con oltre 8 milioni già assicurati di dosi in arrivo, 400mila delle quali del tipo Johnson & Johnson, e con un trend in crescita'', ha sottolineato poi.

E ha ricordato: ''In Italia abbiamo oltre 2mila punti vaccinali, che sono cresciuti del 30% nel mese di marzo''. ''La struttura commissariale ha permesso di raggiungere picchi di somministrazione di 250mila vaccini al giorno, oltre 5 milioni di dosi solo nel mese di marzo'', ha detto ancora.

''Siamo di fronte a un cambio di passo della campagna vaccinale che sta portando i primi risultati. Le forniture complessive di vaccini nel solo mese di marzo ammontano a oltre 7,6 milioni di dosi, solo questa settimana ne stanno arrivando circa 3 milioni, su un totale di 14,2 milioni realizzato nel primo trimestre. Abbiamo recuperato molto del divario che ci si aspettava", ha quindi affermato. ''Le somministrazioni dall'inizio della campagna hanno raggiunto l'inoculazione sui cittadini di quasi 9,6 milioni di dosi e si è registrato un notevole incremento per ciò che riguarda le persone più vulnerabili: i nostri anziani e chi soffre di patologie gravi - ha aggiunto - Ad oggi sono circa 3,7 milioni le dosi somministrate, un numero che cresce giorno dopo giorno''.