Filarmonica Scala in concerto a Biblioteca degli alberi di Milano

Alp

Milano, 5 set. (askanews) - Parte con un appuntamento di grande richiamo la programmazione culturale della Biblioteca degli alberi (Bam) di Milano: alle 20.30 di domenica nel grande parco pubblico di via de Castillia, alle spalle di piazza Gae Aulenti, suonerà la Filarmonica della Scala, in un concerto gratuito diretto dal 24enne veronese Alessandro Bonato. Dichiaratamente "nazionalpopolare" il programma ("per avvicinare le persone alla musica"), con brani celebri tratti da opere di Rossini, Verdi, Mascagni e la "Sinfonia italiana" di Mendelssohn. Per potersi godere il concerto, realizzato in collaborazione con Regione Lombardia, seduto o sdraiato sui prati nel suggestivo scenario del nuovo spazio verde comunale nato sotto il Bosco verticale, è obbligatorio registrarsi sul sito di Bam.

Gratuità e iscrizione al sito saranno le caratteristiche di tutti i circa 150 eventi (piccoli, medi e grandi) ispirati ai 17 obiettivi di sviluppo sostenibile dell'Onu, che si susseguiranno per far vivere il parco e diffondere un messaggio di "inclusione, partecipazione, rispetto e sostenibilità" e promuovere una "nuova coscienza civica". Un programma pensato da Francesca Colombo per l'ente no profit Fondazione Riccardo Catella che per i prossimi dieci anni avrà la gestione tecnica e culturale dei dieci ettari verdi di Porta Nuova. "Questo concerto di inaugurazione è l'occasione per far conoscere ai milanesi la nuova identità di Bam, un luogo che evolverà con la città e che rappresenta un attimo di respiro dalla quotidianità" ha spiegato Colombo, sottolineando che la serata con la Filarmonica, intitolata "Back to the city", "rappresenta l'inizio di un nuovo palinsesto per la città, all'insegna della cultura e di uno sviluppo armonico e sostenibile dove la natura sarà protagonista e fonte di ispirazione del programma".

Per Kelly Russell Catella, dg della Fondazione, l'obbiettivo non è solo quello di avere "un parco pubblico sempre aperto con un giardino botanico curato, pulito e sicuro ma anche quello di avere una voce culturale in grado di offrire un programma di eccellenza". Per fare questo, Bam punta sul coinvolgimento attivo e inclusivo dei cittadini e si apre a collaborazioni con associazioni e aziende. Quattro le macro aree su cui si costruisce la programmazione: "openairculture" (momenti musicali, performance site specific, letture poetiche e teatro nel paesaggio); "nature" (passeggiate alla scoperta del patrimonio botanico e faunistico del parco e del rispetto del verde, talk, workshop e letture botaniche); "wellness" (esperienze all'aria aperta all'insegna del benessere e dell'attività fisica) e "education" (talk sui temi dell'innovazione e della sostenibilità, orti urbani e laboratori didattici e creativi per bambini, famiglie e adulti).